JOSEPH VON FRAUNHOFER

Dublin Core

Title

JOSEPH VON FRAUNHOFER

Creator

Marco Mian

Contributor

Marco Mian

Scienziati Item Type Metadata

Nome completo

Joseph von Fraunhofer

Luogo e data di nascita

Straubing (Germania), 6 marzo 1787

Luogo e data di morte

Monaco di Baviera (Germania), 7 giugno 1826

Biografia

Joseph von Fraunhofer nacque a Straubing nel 1787, era l'undicesimo figlio di Maria Anna Frohlich e Franz Xaver Fraunhofer, un maestro vetraio. Fraunhofer proveniva da una famiglia povera, ricevette l'educazione elementare e successivamente entrò come apprendista nella bottega del padre. Nel 1798, all'età di 11 anni, rimase orfano di entrambi i genitori e, non avendo le risorse per studiare, lavorò come apprendista presso l'officina del vetraio Philipp Anton Weichelsberger, dove si occupò della costruzione di specchi e della lavorazione del vetro. Le sue condizioni di lavoro erano molto dure, infatti si doveva occupare della casa del suo datore di lavoro, che non gli lasciava tempo per leggere e studiare, come egli desiderava. Nel 1801 il negozio in cui lavorava crollò e Fraunhofer rimase sepolto sotto le macerie. Il principe elettore Massimiliano IV Giuseppe e Joseph Utzschneider assisterono all'operazione di salvataggio e lo aiutarono, infatti gli diedero un sussidio di 80 ducati, che Fraunhofer utilizzò per acquistare un libro di ottica e una macchina per lavorare il vetro. Inoltre costrinsero il datore di lavoro a tollerare i suoi studi. Nel 1806 Fraunhofer fu assunto, come ottico apprendista, presso il laboratorio di Utzschneider e Georg von Reichenbach per costruire le lenti per i loro strumenti geodetici di precisione. In tale luogo ideò nuove macchine e metodi di molatura e lucidatura delle lenti. Dopo otto mesi di studio, andò a lavorare presso l'Istituto di Ottica nell'abbazia di Benediktbeuern, un monastero benedettino sconsacrato, che si occupava della fabbricazione del vetro. Dal 1814 Fraunhofer divenne responsabile della progettazione e produzione delle lenti. In questa sede scoprì come realizzare il miglior vetro ottico dell'epoca ed inventò un metodo molto preciso per misurare la dispersione ottica. A seguito di queste scoperte, nel 1818 Fraunhofer diventò direttore di quest'istituto, che produceva piccoli cannocchiali, occhiali, microscopi e grandi telescopi. Durante la sua permanenza presso questo monastero, realizzò un grande telescopio per l'osservatorio russo di Tartu, inventò l'eliometro, il micrometro e perfezionò il microscopio. Gli strumenti, da lui inventati e realizzati, consentirono alla Baviera di sostituire l'Inghilterra come centro di industrie ottiche. Nel 1814 Fraunhofer inventò lo spettroscopio ed analizzò, in modo serio e rigoroso, le righe di assorbimento nello spettro del Sole e realizzò un disegno formato da 574 linee nere sullo spettro colorato della luce solare. Nel 1821 perfezionò il reticolo di diffrazione, dimostrò come misurare esattamente la lunghezza d'onda della luce e, attraverso queste scoperte, trasformò la spettroscopia da arte a scienza. Fraunhofer fu il primo a notare che gli spettri di Sirio e di altre stelle brillanti erano diversi tra loro e da quello del Sole, dando inizio alla spettroscopia stellare. Fraunhofer morì nel 1826, all'età di 39 anni, per tubercolosi polmonare. Venne sepolto all'Alter Münchner Südfriedhof (Antico Cimitero Meridionale di Monaco).

Attestati

- Il cratere Fraunhofer sulla Luna è stato intitolato al suo nome.
- Le righe di assorbimento nello spettro del Sole sono chiamate linee di Fraunhofer.
- La distanza di Fraunhofer è chiamata così in suo onore.
- Nel 1822 ricevette un dottorato onorario dell'Università di Erlangen.
- Nel 1823 fu nominato alla Bayerische Akademie der Wissenschaften come professore del gabinetto di fisica dell'Accademia.
- Nel 1824 fu insignito dell'Ordine al merito della Corona Bavarese, divenne nobile e gli venne concessa la cittadinanza onoraria di Monaco.
- Alla memoria di Fraunhofer, è intitolata la Fraunhofer-
Gesellschaft, la più grande organizzazione per la ricerca scientifica applicata in Europa. Dal 2009, vi è anche una sede in Italia a Bolzano nominata come Fraunhofer Italia Research.

Pubblicazioni

I principali libri, scritti da Fraunhofer, sono i seguenti:
- Prismatic and Diffraction Spectra
- Joseph von Fraunhofer's Gesammelte Schriften: Im Auftrage der
mathematisch-physikalischen Classe der Königlich Bayerischen
Akademie der Wissenschaften
- Der Briefwechsel Joseph von Fraunhofers: Briefe und Dokumente aus
der Ära Fraunhofer, Reichenbach und Utzschneider

I principali articoli scientifici, realizzati dal medesimo, sono i seguenti:
- spettroscopio
- Reticolo di diffrazione
- Eliometro
- Micrometro
- Telescopio riflettore per l'osservatorio russo di Tartu
- Disegno delle 574 linee nere sullo spettro colorato della luce solare

Curiosità

- Il suo cognome presenta il “von”, che gli fu attribuito quando ricevette il titolo nobiliare.
- Fraunhofer morì avvelenato dai vapori di metalli pesanti, ai quali era esposto durante la produzione del vetro, quindi la causa della sua morte fu una tubercolosi polmonare.
- Sulla sua tomba c'è scritta la frase Aproximavit sidera, che significa Avvicinò gli astri, infatti egli diede un notevole contributo alla scienza dell'epoca.

Riferimenti

https://www.aif.it/fisico/biografia-joseph-von-fraunhofer/
https://catalogo.museogalileo.it/biografia/JosephVonFraunhofer.html
http://www.treccani.it/enciclopedia/joseph-von-fraunhofer/
https://it.wikipedia.org/wiki/Joseph_von_Fraunhofer

Files

fraunhofer_1.jpg
fraunhofer_2.jpg
fraunhofer_3.jpg
fraunhofer_4.jpg
fraunhofer_5.jpg

Collection

Citation

Marco Mian, “JOSEPH VON FRAUNHOFER
,” __Cosmic_Noise__e-learning_for_science__, accessed August 6, 2020, http://www.cosmicnoise.it/o/items/show/863.

Output Formats