NICCOLO' COPERNICO

Dublin Core

Title

NICCOLO' COPERNICO

Creator

Nicola Clapiz

Contributor

Nicola Clapiz

Scienziati Item Type Metadata

Nome completo

Nicolaus Copernicus (LAT)
Mikolaj Kopernik (POL)

Luogo e data di nascita

Thorn (odierna Torun) (Polonia), 19 febbraio 1473

Luogo e data di morte

Frauenburg (odierna Frombork) (Polonia), 24 maggio 1543

Biografia

Nacque da un mercante di lingua tedesca e una nobildonna di Thorn. Dopo la morte dei genitori venne adottato dallo zio materno, dal 1489 vescovo di Varmia, il quale lo aiutò prima di entrare nell’università di Cracovia, dove si appassionò all’astronomia, però non riuscì a conseguire la laurea. Nel 1496 andò a studiare diritto all’università di Bologna, ma intanto continuò ad approfondire l’astronomia insieme all’astronomo Domenico M. Novara. Nel frattempo era stato nominato canonico (carica ecclesiastica) di Frauenburg. Nel 1500 si laureò e fece una breve tappa a Roma, sempre per motivi di studio, prima di tornare a Frauenburg, per poi l’anno dopo andare a studiare medicina a Padova. Nel 1503 si addottorò in diritto canonico a Ferrara. Nello stesso anno tornò in Polonia per via dei suoi impegni da canonico e per aiutare lo zio fino alla sua morte nel 1512. A Frauenburg proseguì le sue ricerche astronomiche e nel 1516 ricevette dal capitolo di Varmia l’incarico di amministrare le terre intorno ad Allenstein (odierna Olsztyn), nel cui castello scrisse parte di “De Revolutionibus Orbium Coelestium” (la rivoluzione delle sfere celesti), il suo trattato in cui espone la teoria eliocentrica, ma fu sempre restio a pubblicarla in quanto andava contro le sacre scritture, le quali si rifacevano al sistema tolemaico, reputato veritiero all’epoca, che sosteneva il geocentrismo. Nel suo trattato riprese la teoria eliocentrica, sostenuta da alcuni antichi greci e dai pitagorici, secondo la quale i pianeti, compresa la Terra, girano attorno al Sole. Sosteneva inoltre che i pianeti, oltre a girare attorno al Sole, ruotano sul proprio asse e sul piano dell’eclittica. Ciò spiega alcuni fenomeni celesti (es.:l’apparente moto retrogrado di Marte, Giove e Saturno) che contrastavano la teoria geocentrica e geostatica. Ma Copernico era d’accordo con le tesi aristotelico-tolemaiche dell’esistenza delle sfere celesti e della finitezza dell’universo, che terminava con il cielo immobile delle stelle fisse. Copernico non inventò l’eliocentrismo, ma lo elaborò in modo tale da essere in grado di fare delle previsioni accurate tanto quanto il sistema tolemaico. Ma la sua teoria non fu compresa subito, in quanto troppo complicata e differente dal geocentrismo. Il trattato, formato da sei libri, fu ultimato solo nel 1539. Infine, sotto le pressioni di vari suoi amici, venne pubblicato il trattato da Gioacchino Retico, suo discepolo nei due anni precedenti, che affidò ad Andrea Osiander la fine della pubblicazione, in quanto Retico non poteva. Osiander scrisse una premessa nella quale sosteneva che l’opera non intendeva contrastare la versione tolemaica sostenuta dalla chiesa. Ciò evitò che il libro entrasse nell’Indice dei libri proibiti fino al 1616, quando il copernicanesimo venne condannato dalla Chiesa a seguito del processo su Galileo Galilei. L’opera venne pubblicata poco prima della sua morte.

Attestati

Niccolò Copernico in vita non ricevette altri riconoscimenti se non la sua laurea in diritto conseguita a Bologna e quella in diritto canonico a Ferrara.
Inoltre fu canonico di Varmia ed amministratore delle terre intorno ad Allenstein.

Pubblicazioni

De hypotesibus motuum coelestium a se constitutis commentariolus (1881)(postumo)
De revolutionibus orbium coelestium (1543)

Curiosità

Una leggenda dice che abbia ricevuto la prima copia del trattato "De revolutionibus" il giorno prima della sua morte. Un'altra leggenda dice che un suo amico gliel'abbia messa in mano sul letto di morte, lui si svegliò dal coma, la vide, sorrise, e perì. Fu seppellito nella cattedrale di Frauenburg, ma la sua tomba venne solamente identificata nel 2008. Il 22 maggio 2010 fu sepolto con onore nella cattedrale di Frombork.

Files

copernico_1.jpg
copernico_2.jpg
copernico_3.jpg

Collection

Citation

Nicola Clapiz, “NICCOLO' COPERNICO,” __Cosmic_Noise__e-learning_for_science__, accessed October 23, 2020, http://www.cosmicnoise.it/o/items/show/966.

Output Formats