WLADIMIR KOPPEN

Dublin Core

Title

WLADIMIR KOPPEN

Creator

Gaia Zanette

Contributor

Gaia Zanette

Scienziati Item Type Metadata

Nome completo

Wladimir Peter Koppen

Luogo e data di nascita

San Pietroburgo (Russia), 25 settembre 1846

Luogo e data di morte

Graz (Austria), 22 giugno 1940

Biografia

Wladimir Köppen è stato un climatologo che nacque nella regione della Crimea, in Russia, ed in seguito divenne cittadino tedesco.
Figlio di genitori tedeschi, suo padre Peter Köppen, era stato un importante geografo, storico ed etnografo che aveva lavorato presso all'Accademia di San Pietroburgo, ed in segno di gratitudine per i suoi servizi resi alla cultura russa, lo zar Alessandro II di Russia lo nominò accademico, concedendogli una tenuta sulla costa meridionale della Crimea, dove il figlio trovò l'ambientazione per le sue prime esplorazioni botaniche.
La ricchezza della flora e della varietà climatica della Crimea suscitarono l'interesse di Köppen per il mondo delle piante e le sue relazioni sul clima.
Köppen ha frequentato la scuola secondaria a Simferopoli in Crimea, e a partire dal 1864 iniziò i suoi studi botanici presso l'Università di San Pietroburgo; nel 1867 si trasferì all'Università di Heidelberg e successivamente discusse la tesi di dottorato presso Università di Lipsia nel 1870 relativa agli effetti della temperatura sulla crescita delle piante.
Nel 1874 venne chiamato ad Amburgo per dirigere la divisione di telegrafia atmosferica e meteorologia marina presso l'osservatorio marittimo tedesco e dieci anni dopo tracciò le fasce termiche del mondo in base alle temperature medie mensili per cui divenne noto.
Nel 1900 introdusse il suo sistema matematico per classificare i climi in cinque diversi tipi, basati sulla quantità di pioggia depositata e sulla temperatura rilevata in loco.
Ogni tipo di clima venne definito da un gruppo di lettere che, come formula, si esplicavano tramite caratteristiche generali di quel clima: A (clima tropicale piovoso), B (clima secco), C (clima temperato e umido), D (clima boreale o nevoso e forestale) ed E (clima polare o nevoso); ciascuno di questi è definito, come detto, tramite criteri di piovosità, oltre il B, che si basa esclusivamente sul rilevamento dei gradi centigradi .
Köppen in seguito aggiornò il suo primo schema climatico nel 1918, il quale successivamente fu esposto nella seconda edizione del 1923 nel Die Klimate der Erde, mentre il successivo usci con il titolo Grundriss der Klimakunde, nel 1936.
Esso fu accolto favorevolmente soprattutto dai geografi per le facili e interessanti relazioni stabilite tra ambiente climatico, vegetazione e attività umana.
Nel 1919 si ritirò dal suo incarico all'osservatorio di Amburgo e andò a Graz, in Austria, dove avrebbe vissuto per il resto dei suoi giorni.
Infine nel 1930 collaborò con il climatologo tedesco Rudolph Geiger ad un lavoro in cinque volumi esclusivamente di climatologia, intitolata appunto: “Manuale di climatologia”. Non fu mai completato, ma furono pubblicate diverse parti, tre delle quali di Köppen.
Dopo la sua morte, avvenuta nel 1940, altri geografi e climatologi, hanno adattato e migliorato la sua classificazione climatica, che risulta ancora oggi essere la più utilizzata, sia pure con modifiche e adattamenti, grazie anhe ai progressi compiuti dagli studi metereologici e climatologici.
È una classificazione di tipo empirico, basata sul raggruppamento dei climi relativo ai loro effetti sui fenomeni riscontrati in natura ( in particolare sulla vegetazione ) conseguenti ad eventi climatici ( fortunali, mareggiate, tempeste, ect,).

Attestati

Köppen è stato uno degli ultimi studiosi di un'epoca in cui un uomo erudito poteva acquisire competenza e dare un contributo significativo a molte branche della scienza naturale . Di rilievo tra gli studiosi del suo tempo, ha contribuito a spianare la strada agli specialisti scientifici del XX secolo.

Pubblicazioni

Wladimir Köppen ha pubblicato un Manuale di climatologia (1930 e anni successivi), ha prodotto mappe delle regioni climatiche della Terra e una classificazione completa e autorevole dei climi che, con alcune modifiche, è ancora in uso oggigiorno.

Curiosità

La passione di Köppen per i bambini era ben nota infatti è stato uno dei fondatori della Eimsbütteler Boys Home ad Amburgo, dove era un lavoratore assiduo e regolare. Ha anche accettato nella sua famiglia, che comprendeva sua moglie e cinque figli, un nipote e una nipote il cui padre era morto. Quando un gruppo di studenti russi fuggì in Germania, organizzò un alloggio per loro ad Amburgo e in seguito aiutò alcuni di loro a raggiungere l'America. Questi atti altruistici richiedevano notevoli sacrifici, poiché i loro mezzi erano limitati.

Riferimenti

www.britannica.com/biography/Wladimir-Peter-Koppen
www.treccani.it/enciclopedia/wladimir-koppen/
it.wikipedia.org/wiki/Wladimir_Köppen

Files

koppen_1.JPG
koppen_2.JPG

Collection

Citation

Gaia Zanette, “WLADIMIR KOPPEN,” __Cosmic_Noise__e-learning_for_science__, accessed September 22, 2020, http://www.cosmicnoise.it/o/items/show/968.

Output Formats